Antonio Felipe-Belijar

Antonio Felipe Belijar (Madrid 1978) ha iniziato i suoi studi musicali al Conservatorio di Madrid, concludendo la sua carriera con il premio d’onore in sassofono. Ha suonato concerti da solista con orchestra in Spagna, Germania, Italia, Portogallo e Belgio. Si è esibito con orchestre come Radio Televisión Española (ORTVE), Orquesta de Cámara Andrés Segovia, Comunidad de Madrid e Schleswig-Holstein Musik Festival Orchester, con i direttori David Shallon, Esa-Pekka Saloen, Donald Runnicles e Christoph Eschenbach. Nel 2005 ha collaborato con Karlheinz Stockhausen per la registrazione di Knabenduett, insieme a Julien Petit. (CD n. 78 ed. Stockhausen). Selmer Paris lo scelse per il “1er Tremplin Jeunes 2002-2003”. Profondamente interessato al repertorio violinistico si dedica anche alla trascrizione ed esecuzione (con il sassofono) di importanti composizioni di tale strumento. Le sue trascrizioni sono sempre caratterizzate da un’alta fedeltà della versione originale, anche quando le prestazioni richiedono una certa confidenza con il registro altissimo.

Ha ricevuto diversi premi, tra i quali:

  • Primo premio al 2° concorso internazionale per giovani solisti categoria B-(meno di 19 anni), celebrato ad Alicante nel 1995.
  • Primo premio e premio speciale al 3° concorso internazionale per giovani solisti (fino all’età di 25 anni), nel 1996.
  • Secondo premio al 4°concorso internazionale “Villa de SanJuan” (limite di età 30 anni), inoltre, ottenendo anche il premio speciale come miglior sassofonista sotto i 20 anni.
  • Primo premio al 1° concorso di Sassofono “Villa de Benidorm“, celebrato nel 1999.
  • Primo premio al 14 ° concorso musicale “Pacem in terris” (2001), a Bayreuth, in Germania.
  • Terzo premio e Premio della provincia di Liegi al 3 ° Concorso internazionale Adolphe Sax (2002), celebrato a Dinant (Belgio).
  • Secondo premio al 4° concorso internazionale Adolphe Sax (2006), celebrato a Dinant (Belgio).  
  • Primo premio al 1° concorso internazionale Yamaha per quartetto di sassofono con il quartetto di sassofoni Octavia.
  • Secondo premio al concorso di musica da camera “Pedro Bote” (2009) con il quartetto di sassofoni Octavia.
  • Primo premio al “9° Mirabent I Magrans” concorso di musica da camera (2011) con il quartetto di sassofonI Octavia.

È membro e direttore musicale di sax Antiqua, un gruppo di sassofoni specializzato nel repertorio di musica antica.